Medicina funzionale e patologie adolescenziali

( alle origini del problema)

 

La medicina funzionale prende in considerazione l’organismo intero come unità funzionale anche per capire a fondo i  processi patologici focalizzati. Il termine è stato proposto dal   dott. H. Schimmel nel 1987. La filosofia di questa ipotesi di lavoro è semplice e si basa sul fatto che  una buona medicina non deve solo guarire e riparare ma anche ascoltare e comprendere. Quindi oltre all’osservazione dei fenomeni fisiologici e patologici,  c’è lo studio dell’anatomia e fisiologia dell’organismo umano con particolare riguardo ai processi biochimici; c’è la ricerca degli agenti etiologici delle malattie, la costruzione di modelli patogenetici basata anche sui legami energetici della medicina tradizionale cinese. Uno stimolo patogeno in  un soggetto può dare una lesione localizzata, in un altro soggetto una malattia a distanza, in un altro ancora  un’altra risposta e così via. La medicina funzionale usa per la diagnostica le catene causali per leggere la patologia analizzando i sintomi che il malato presenta anche quando non sono correlati fra di loro.  La catena causale ci fa capire e conoscere da dove è partito il problema. Si può avere una fonte primaria di malattia e  questa patologia si può ripercuotere in altri apparati a distanza dando problemi secondari in altri organi che possono apparire come primari.. Lo studio della catena causale ci consente di inquadrare  la malattia del soggetto e di vedere come si è mossa nell’intero organismo e alla fine di risolvere completamente il quadro clinico. A livello di terapia  la medicina funzionale per le malattie croniche  usa una combinazione mista: derivati fitoterapici altamente standardizzati, complessi omeopatici ( omeopatia di risonanza) e fitodrenanti. I rimedi di risonanza sono  più efficaci in un ambiente alcalino. Nella medicina funzionale la terapia è volta sia all’organo patogeno ( diagnosi clinica) sia  ad altre strutture coinvolte ( diagnosi di catena causale).

 

In questo paragrafo prenderò in considerazione alcune malattie croniche dell’età adolescenziale (10 –  20  anni) sia perché molti prodotti sono in compresse e  quindi la terapia può essere più gestibile sia per inquadrare meglio l’età evolutiva. La maggioranza dei rimedi  vengono commercializzati dalla ditta “ Omeopiacenza” ( omeopatici di risonanza, fitofrenanti Delta e Sigma, e fitoterapici  Monoselect  e Pluriselect). Altri farmaci omeopatici vengono commercializzati dalla ditta  IMO  ( terapia Sanum).

Il rimedio omeopatico di risonanza contiene tre componenti: il primo  è alla diluizione decimale  D6  (azione sul citoplasma) , il secondo componente completa l’azione del primo ( D12 azione sulla membrana)  e il terzo componente (  D30 di solito un veleno azione sul nucleo) completa l’azione degli altri due. Alla fine c’è un’  azione non solo  biochimica ma anche biofisica attraverso l’informazione tra  la cellula e le sue strutture. C’è una emissione biofotonica di base che fa passare informazioni di salute mobilizzando le tossine e distruggendo microorganismi. I rimedi di risonanza vengono chiamati FM ed FMS .In genere la terapia  coinvolge due fasi:

risoluzione della sintomatologia ( riacutizzazione della patologia cronica):complessi omeopatici e derivati vegetali. In questa fase  la terapia con rimedi Sanum è straordinaria.

risoluzione dell’organo sede di patologia con FM, FMS  e fitodrenanti delta

La posologia dei rimedi omeopatici di risonanza  è la seguente ragazzi superiori ai sei anni 3-5 gocce tre volte al giorno.

Il fitodrenante Delta ha un’azione drenante connettivale organo specifica con attivazione delle vie umorali e degli emuntori.

Quelli riportati nelle varie patologie sono i seguenti: agnus delta ( sistema endocrino,juglans delta ( ( milza e strutture linfatiche),lamium delta ( sistema cutaneo, matricaria delta ( stomaco),olea delta ( sistema nervoso centrale),quassia delta ( intestino), raphanus delta (vescica biliare e dotti),rumex delta(  bronchi e polmoni), sequoia delta ( pancreas), ulmus delta (apparato genitale) verbena delta ( vie aeree alte), viola delta ( vescica urinaria), vitis delta ( cuore e circolo periferico), zea delta ( rene ), zingiber delta ( fegato). Il dosaggio dei fitodrenanti nei bambini oltre sei anni è di 6 -8 gocce due –tre volte al di; nei bambini da 1 a 3 anni 2 gocce  due tre volte al di; nei bambini dai  3 ai 6 anni tre – quattro gocce due, tre volte al giorno. Il fitodrenante delta è composto da un macerato glicerico( drenaggio connettivale organo specifico) e due soluzioni idroalcoliche ( veicolazione dei cataboliti). Entrambi i costituenti facilitano una eliminazione mirata e rapida dei cataboliti organo specifici..

 Il fitodrenante Sigma è un drenante sistema specifico. Ricordo il nasturtium sigma (drenante sistema cutaneo); prunus sigma ( drenante sistema urinario);sedum sigma ( drenante sistema gastrointestinale); sempervivum sigma ( drenante sistema linfatico);verbascum sigma ( drenante sistema respiratorio).

fitoterapici Monoselect ( un solo componente) sono formulati secondo i criteri della biofarmaceutica con derivati vegetali titolati e standardizzati, con drug delivery system- fitosoma (un sistema di trasporto che migliora la bio – disponibilità), con le formulazioni a rilascio controllato – tempo dipendente finalizzate alla’ottimizzazione della resa farmacologica. I più usati nei casi clinici da me studiati sono i seguenti: Agnus acne da al alterazione dell’asse prolattinemico:contiene 40 mg di vitex agnus castus);  Boswellia ( asma bronchiale osteoartrite : 600 mg di boswellia serrata); Camellia ( terapia dell’obesità, alopecia androgenetica, acne da alterazione del testosterone: 150 mg di camellia sinesi); Cynara (ipercolesterolemia: 300 mg di cynara scolymus); Echinacea ( infezioni respiratorie ricorrenti: echinacea angustifolia 100 mg);  Ginkgo ( perdita della memoria, deficit di concentrazione:120 mg di ginkgo biloba): Harpagophytum ( infiammazioni croniche osteoarticolari) ( 480 mg di harpagophytum procumbens);Lespedeza ( iperazotemia lieve: 100 mg di lespedeza capitata);Macrocarpon (infezioni batteriche ricorrenti delle vie urinarie: 200 mg di vaccinium macrocarpon); Panax  ( astenia psicofisica,difficoltà di concentrazione:  panax ginseng 150 mg);Silybum (epatopatie lievi e intossicazioni alimentari e iatrogene: 210 mg di silybum marianum); Valeriana ( sindrome  ansiosa e disturbi del sonno: 300 mg di valeriana officinalis); vitis ( affaticamento oculare: 150 mg di vitis vinifera).Ifitoterapici pluricomponenti ( nella maggioranza dei casi sono brevettati dalla biopharmaceutical herbal system e distribuiti dalla “ Omopiacenza”) utilizzano più componenti di derivati vegetali per una ottimizzazione della resa farmacoclinica.  Tra i rimedi più importanti ricordo il Terpenal (prevenzione e terapia delle malattie allergiche),il Paravir ( sindrome influenzale, mal di gola e tosse); Neurofast  ( disturbi neurovegetativi e somatizzazioni viscerali);Irricol ( sindrome intestino irritabile),Decolax ( stipsi); Berberol ( ipercolesterolemia).

La terapia Sanum ( distribuita dalla IMO) nelle malattie croniche  ha una importanza fondamentale perché va alla causa del problema come  la medicina funzionale. Entrambi sono rimedi che vanno benissimo in un percorso di   medicina integrata  perché in qualsiasi passaggio si possono usare anche rimedi diversi  anche di tipo allopatico, purchè si arrivi al risultato atteso.

La terapia “sanum“ ha una sequenza di quattro tappe.  In primo luogo  ( primo step) si prepara il terreno ( dieta appropriata disintossicante e ipoallergenica, alcanizzazione, drenaggio omeopatico o fitoterapico o omotossicologico, attività fisica quotidiana e tecnica del respiro ( metodo Buteyko); nel secondo step si riduce   l’infiammazione (isopatici specifici); nel  terzo step si cerca di eliminare le forme ad alta patogenicità (isopatici di base più quelli specifici) e infine ( quarto step) si  riequilibra il sistema immunitario (immunobiologici e apteni sanukehl).

Raccomando questo intervento terapeutico in tutte le patologie croniche. Avolte conviene  iniziare con l’omeopatia di risonanza e il supporto di fitodrenanti e fitoterapici e successivamente utilizzare i rimedi “ sanum”    per una disintossicazione completa e  per un rinforzo clinico al paziente con la regolazione della simbiosi microbiologica profonda.

Riassumendo la prima fase della terapia cronica ( comune sia ai rimedi “sanum” sia all’omeopatia di risonanza) si può fare con una dieta appropriata alcalinizzante ( riduzione delle proteine e dei grassi animali,riduzione dei cereali,dei dolci, del cioccolato e aumento di una alimentazione ricca di verdure e frutta fresca cruda, uso del mais e della soia, zucchero integrale ). Come alcalinizzante si può usare: Alkimo  integratore dietetico ( un cucchiaino due volte al dì a stomaco vuoto e in acqua calda). Nei disturbi collegati al ciclo del mucor racemus (patologie del microcircolo)  si può aggiungere “ Sanuvis gocce” 20 gocce una volta al giorno; nei disturbi collegati al ciclo dell’aspergillus niger (affezioni respiratorie, immunitarie, osteoarticolari,genito –urinarie) “Citrokehl gocce” 20 gocce  una volta al giorno

Ricordo alcuni rimedi  isopatici di base: il “Mucokehl “ è un rimedio della stasi( muco denso,congestione, viscosità);il “Nigersan “( aspergillus niger) è il rimedio della cronicità, il Quentakehl ( penicillum frequentano) per le affezioni virali; il Fortakehl ( penicllum roquefortii) per la disbiosi; notakehl ( penicllum notatum ( disbiosi post –terapia soppressiva con antibiotici); il Pefrakehl (candida parapsilosis) per la micosi; Albicansan ( candida albicans) per la micosi; Latensin (bacillus cereus) per affezioni croniche; Utilin ( bacillus subtilis) per patologie croniche dell’apparato respiratorie e reumatologia; Utilin S ( mycobacterium phlei) per patologie croniche difficili.

I rimedi isopatici sono preparati in gocce ( 5 gocce al giorno), in compresse ( una compressa al giorno),supposte ( una supposta al dì), in fiale ( una fiala una volta la settimana),in pomata ( una applicazione tre volte al giorno). Riassumendo per i quadri cronici in pediatria c’è l’alkalinizzazione, il drenaggio e la terapia con Latensin, oppure Utilin – S , Recarcin, Nigersan.

La terapia con “  i rimedi sanum “ parte dall’ipotesi teorica di Enderlein  ( pleiomofismo batterico) che sostiene che l’origine di una malattia è dovuto allo sviluppo di un simbionte, presente nell’organismo. I microorganismi sono in grado di evolvere attraverso stadi e forme differenti in base all’ambiente. Ogni specie batterica può causare diversi tipi di patologie a secondo dello stadio di sviluppo raggiunto. Nel siero di tutti i viventi sono presenti microorganismi di origine vegetale.. L’evoluzione a parassita di questo simbionte è causata da una modificazione del terreno. In ambiente acido si sviluppano forme ad alta valenza patogena  che si autoalimentano producendo acidi: il mucor produce acido lattico; l’aspergillus acido citrico; il penicillium acido penicillico. Questi sono i tre cicli più studiati. Questa premessa teorica spiega l’importanza di una dieta meno acidificante ( terapia alcalinizzante) e il drenaggio corretto,  introduzione per qualsiasi intervento.

Gi schemi che seguono sono indicativi  ma flessibili perché va visto la storia della malattia e la sua complessità ma soprattutto va considerato la persona che abbiamo davanti, unica e indivisibile nella sua genetica e nel suo ambiente, la sua sofferenza, il suo messaggio.

 

 

A

cne

Dieta per l’equilibrio del terreno  più un alcalinizzante( Alkimo ( due cucchiaini al giorno sciolti in acqua calda) oppure Alkaloximed  bustine ( una – due bustine al giorno) per 20 – 30 giorni. In associazione si può dare  nei primi 15 giorni  “ Notakehl “   5 gocce mattina e sera lunedì mercoledì e venerdì alternato con il “ Pefrakehl “ gocce due volte al di il martedì, giovedì e sabato. Nei successivi 15 giorni  continuare il “ Notakehl “il sabato e la domenica  con la   stessa dose e dal lunedì al venerdì il “Mucokehl”  una capsula al mattino e il “ Nigersan” una capsula la sera per altri  15 giorni.

Osservazione:

Il “Notakehl gocce D5 “contiene penicillium chrysogenum  ( agisce sule infezioni strepto e stafilococciche)..Il “Pefrakehl”  gocce D5”  contiene candida parapsilosis ( agisce sulle infezioni da candida). Il “ Mucokehl D4 capsule”  contiene il mucor racemosus( affezioni croniche del sistema vascolare). Il “ Nigersan D4 caps.” contiene aspergillus niger ( consigliate in alcune affezioni croniche).

Nei due   mesi successivi si può usare secondo questa modalità: Latensin  D4 capsule una cps al mattino  il primo giorno, Utilin D4 caps  una cps  il terzo giorno, Recarcin D4 capsule una cps il quinto giorno. A questa terapia va aggiunto il complesso oligoelementi oligosol Labcatal  rame –oro e argento due volte la settimana  più zolfo due volte la settimana. A livello locale si può  dare Sanuvis pomata.

In alternativa  dopo  la terapia alcalinizzante e la cura per la disbiosi si può iniziare un primo ciclo con Camellia  monoselect una compressa al giorno in acne correlata a disturbi androgenici), oppure  con  Agnus  monoselect cpr una compressa al giorno in acne correlata  a disturbi dell’asse prolattinemico.

Nel secondo mese di terapia: in presenza di acne giovanile: Agnus delta  e FMS magnesium, oppure se acne pustolosa Zingiber delta e FM chelidonium ( meridiano del fegato), se acne  nodulo cistica quassia delta, FM nux vomica ( meridiano intestino tenue).  Se presente infezione batterica o virale aggiungere FMS crotalus 5 gocce tre volte al giorno.

A livello cutaneo si può fare un trattamento locale con i prodotti del laboratorio “Krymi”  usando “gram idtrantante acne” ( di mattina) massaggiando la crema in tutta l’area da  proteggere e   “gram  acne “  di sera massaggiando fino a completo assorbimento.. Prima di dare questi due prodotti pulire la  cute con “gram detergente”. Almeno una mese di terapia In alternativa si può usare la linea “bionike” con “ acnet crema mattino e sera più per le pelli grasse e impure  pulire la cute con  “ acnet gel detrgente “ oppure con “ acnet lozione purificante”

 

A

nsia

Prima fase:  dieta e cura della disbiosi, alcalinizzazione più drenaggio con Olea delta ( 6 gocce due volte al giorno) con somministrazione di Litio ( oligosol labcatal) una fiala a giorni alterni  ( lunedì mercoledì venerdì) più Manganese –cobalto o Manganese – rame ( a secondo la diatesi) il martedì, giovedì, sabato. In associazione vanno somministrati due rimedi vegetali il Neurofast ( derivato vegetale con pluricomponenti:passiflora,, crataegus,valeriana)  una compressa di mattina  e la Valeriana monoselect una compressa 30 minuti prima di andare a letto.

Seconda fase ( alla ricerca della causa primaria). Ansia con irrequietezza e incapacità a rilassarsi ( Zingiber delta- meridiano fegato –  ( 8 gocce tre volte al di) e FM chelidonium ( 5 gocce tre volte al di); ansia con preoccupazioni esagerate, pensieri ossessivi e scarsa concentrazione: Juglans delta – meridiano milza/pancreas – ( 8 gocce per tre volte al dì) più FM phaseolus ( 5 gocce per 3).; ansia con tristezza, malinconia, introversione e astenia: Rumex delta – meridiano polmone –  ( 8 gocce per tre) e FMS benzochinon ( 5 gocce per tre); ansia con paure, tremori e paura estrema in situazioni specifiche: Zea delta – meridiano rene –  ( 8 gocce per tre) più FMS calcium fluoratum ( 5 gocce per tre); ansia con tachicardia, cardiopalmo, insonnia:  Vitis delta – meridiano cuore  ( 8 gocce per tre) e FM crataegus ( 5 gocce per tre).

 

A

sma allergico

In fase acuta si può utilizzare  il protocollo della terapia allopatica ( cortisonici e broncodilatatori). In fase cronica per un mese,   dieta antiallergica, cura per la disbiosi e alcalinizzante.  Terpenal ( azione anti PAF): una compressa due volte al giorno più boswellia monoselect  una compressa due volte al giorno

Seconda fase  ( per un altro mese)  : Rumex delta ( fitodrenante bronchi e polmoni)  5 gocce 3 volte al dì; FM cinnabaris ( 5 gocce tre volte al dì).

A

lle origini del problema. Se la crisi asmatica compare tra le ore 5 e 7 del mattino  e non è immediata all’esposizione allergenica: Quassia delta e FM nux vomica ( meridiano intestino tenue e crasso ; se la crisi asmatica compare fra le ore 1 e 3 di notte,  risponde ai beta stimolanti o è immediata all’esposizione allergenica: Zingiber delta e FM chelidonium, meridiano fegato; se la crisi asmatica è con tosse produttiva e non è immediata all’esposizione allergenica: Juglans delta e FM phaseolus, meridiano milza e pancreas; se la crisi asmatica è con tosse ed espettorato fluido e risponde ai corticosteroidi: Zea delta e FM cantharis, meridiano rene.

In alternativa  c’è la  terapia Sanum per l’asma cronico che   parte dal cambiamento  dello stile di vita, .alcalinizzazione, cura della disbiosi, e drenaggio, ginnastica respiratoria ( metodo Buteyko) più Fortakehl  una cpr per due. ( primo step e secondo step: 20 giorni). Continuare con Mucokehl D5 una cpr di mattino  e Nigersan  D5  una cpr di sera  ( da lunedi a venerdi) il sabato e la domenica continuare a prendere Fortakehl una cpr mattino e sera ( terzo step). Il terzo step serve per la regolazione della simbiosi microbiologica profonda. Le due ciclogenie principali sono quelle dell’aspergillus e del mucor che noi introduciamo in terapia a bassa valenza consentendo la degradazione e la eliminazione delle forme ad alta valenza ( patogene). Il quarto step ( l’ultimo della durata di un mese) serve per riequilibrare il sistema immunitario  e si utilizza il Recarcin D6 una cpr alla settimana ( lunedi), e il Latensis D6 una cpr alla settimana (venerdi). Per un altro mese si continua con Utilin S D6 5 gocce una volta al dì per un mese.

In alcuni casi si può integrare la terapia di base  con un integratore alimentare a base  di estratto di fiori di Fieno: Fiori di fieno ( lifeplan, distribuito dalla promopharma) una tavoletta tre volte al giorno da marzo a giugno per la prevenzione.

 

A

stenia

prima fase della cura della durata di un mese: VC  15 flaconcini  ( un flac al mattino e uno al pomeriggio) più dieta alcalinizzante e cura per la disbiosi, più oligosol labcatal Oro-argento – rame una dose ogni due giorni.

A

stenia da iperattività fisica e mentale ( Panax monoselect una cpr due volte al dì); astenia con disturbi di memorizzazione ( Ginkgo monoselect: una cpr due volte al dì); con turbe della concentrazione da nevrastenia neuraston  20 gocce due volte al dì);con manifestazioni di insonnia: Valeriana monoselect una cpr due volte al dì); astenia neuro circolatoria  con pressione bassa: R 67 gocce10 gocce tre volte al dì prima dei pasti;astenia periodica solo mattutina: Manganese oligosol labcatal: una dose ogni due giorni.

A

lle origini del problema. Se astenia con crampi e spasmi muscolari – meridiano fegato –  Zingiber delta ( 8 gocce tre volte al giorno) e FM chelidonium ( 5 gocce tre volte al dì); se astenia metabolica o ormonale – meridiano milza/pancreas – Juglans delta  più FMS magnesium, più FM phaseolus; se astenia con pallore e fame d’aria – meridiano polmone – Rumex delta e FMS benzochinon; se astenia invalidante – meridiano rene – Zea delta più FMS calcium fluoratum.

Come consiglio  alimentare si può  aggiungere a colazione “ aktiv  bustine ( polvere d’orzo pregermogliato) “ . Una bustina equivale a due cucchiai e si può aggiungere anche nel succo di fruttta, agitare e lasciare riposare per 5 minuti. Se il ragazzo non lo vuole a colazione si può mescolare anche in un piatto di brodo vegetale oppure  in  un frullato di frutta fresca.

Cefalea

Dieta alcalinizzante, cura per la disbiosi, stile di vita  più regolare più terpenal  una cpr due volte al giorno. Utile in questa fase  un drenaggio degli emuntori principali con “ derivatio H” una cpr tre volte al di. Inoltre  se la cefalea    è accompagnata da aurea: gelsemium 350 una cpr tre volte al dì;se da disturbi cronici del microcircolo: ginkgo monoselect una cpr due volte al dì; se con astenia da lavoro intellettuale o fisico: panax una cpr due volte al dì.

A

lle origini del problema. Se la cefalea è profonda, al vertice e cefalea oftalmica – meridiano fegato – zingiber delta FM chelidonium: se catameniale o con dolore tempero –parietale –meridiano vescica biliare – raphanus delta, FM chelidonium;

Se frontale e sagittale dall’avanti all’indietro – meridiano  vescica – viola delta, FM cantharis; se a caschetto, opprimente e con senso di pesantezza e confusione – meridiano  stomaco –  matricaria delta, FM nux vomica ; se cefalea da stanchezza – meridiano  rene – zea delta, FMS calcium fluoratum; se diffusa e con sensazione di caldo alla testa che migliora con il fresco – meridiano   cuore – vitis delta, FM crataegus.

 

Cistite

Dieta alcalinizzante, cura per la disbiosi, stile di vita corretto più Macrocarpon monoselect  una cpr due volte al dì. ( per circa 20 -30 giorni)

proseguire con Viola delta ( 8 gocce 3 volte al dì) e FM  cantharis 5 gocce 3 volte al giorno

Per potenziare le difese immunitarie Echinacea una cpr due volte al dì più Cistox due misurini due volte al dì.

In alternativa  c’è la terapia con i rimedi dell Sanum.  Si    inizia  (primo step) con la dieta alcalinizzante ( si può usare Alkimo due cucchiaini due volte al dì oppure  Alkaloximed due bustine al dì) in contemporanea alla cura per la disbiosi più Notakehl  D5 una compressa due volte al giorno per 20 giorni.  Il rimedio Notakehl   (penicillium chrysogenum)è utile nel secondo step per ridurre l’infiammazione dato che la ciclogenia penicillium  è coinvolta in tutti gli stati infiammatori. Il terzo step  il Mucokehl D5 una compressa la mattina e il Nigersan D5 una compressa una volta al di la sera e Notakehl  D5 una compressa  due volte al dì sabato e domenica. ( per tre mesi). Infine ( quarto step) per modulare il sistema immunitario e prevenire ulteriore recidive: Sanukehl pseu D6 ( 5 gocce per os mattino e 5 gocce frizionate all’interno del gomito)  a settimane alterne con Sanukehl coli D6 ( 5 gocce  per os mattino più 5 gocce frizionate all’interno del gomito)  per 4 settimane.

 

Depressione

Dieta alcalinizzante, cura per la disbiosi, stile di vita  più regolare,attività motoria  giornaliera, respiro ( metodo Buteyko). In concomitanza  ciclo a giorni alterni di oligoelementi oligosol labcatal: Manganese – cobalto più litio ( lunedi, mercoledi, venerdi) associato al Rame – oro – argento ( martedi,giovedi, sabato).Quando la depressione del tono dell’umore è accompagnato da una forte astenia psicofisica VC 15 flaconcini: uno o due flaconcini al giorno.

Nella seconda fase si tende di affrontare  il problema sintomatologico con Valeriana monoselect ( se c’è anche insonnia) una cpr due volte al dì; Tondinel H gocce ( se c’è astenia, tristezza profonda e somatizzazioni gastroenteriche) 20 gocce tre volte al giorno; panax monoselect ( se c’è astenia da superlavoro, da stress fisico e intellettuale) una cpr due volte al dì; Ginkgo monoselect ( se ci sono disturbi del microcircolo ) una cpr due volte al di; neuro fast ( se la depressione è con somatizzazioni viscerali) una cpr due volte al di.

A

 questa terapia si associa l’Olea delta come drenante del sistema nervoso centrale e FM valeriana 5 gocce tre volte al dì..

A

lle origini del problema. Se il paziente è facile al pianto, presenta incubi notturni e risvegli dalle ore 1 alle 3 – meridiano fegato – aggiungere Zingiber delta ( 8 gocce per tre volte) ed FM chelidonium ( 5 gocce per tre): se c’è perdita di interessi, rallentamento delle attività con affaticamento e difficoltà di concentrazione – meridiano milza pancreas – aggiungere Juglans delta  ed FM phaseolus ( stessa posologia); se la depressione è endogena – meridiano rene –Zea delta ed FMS calcium fluoratum; se l’adolescente presenta una spiccata apatia e disinteresse per il vivere pensieri suicidari, e senso di colpa – meridiano polmone – conviene aggiungere Rumex delta ed FMS benzochinon; se c’è incapacità di relazionare, bassa autostima, eretismo cardiaco – meridiano cuore – aggiungere Vitis delta e FM crataegus.

Osservazione: in alcuni casi c’è bisogno di un drenaggio connettivale o degli emuntori principali. In caso di riacutizzazione della sindrome ansiosa –depressiva si può dare il complesso R14 una cpr tre volte al dì ( da sciogliere sotto la lingua).

 

Herpes recidivante

Dieta alcalinizzante, cura per la disbiosi, stile di vita  più regolare,attività motoria  giornaliera, respiro ( metodo Buteyko).. In concomitanza un   ciclo a giorni alterni di oligoelementi oligosol labcatal: Manganese-cobalto  più zolfo più rame. In questa fase si può dare  il complesso R 68  10 gocce tre volte al giorno.

 La seconda fase ( antinfiammatoria) va iniziata con Quentakehl D5  gocce, che è un isopatico  specifico (  10 gocce due volte al dì). La terza fase che regola la simbiosi microbiologica profonda va fatta con Mucokehl D5 ( una cpr mattino) più  Nigersan D5 (una cpr la sera) da lunedì a venerdì. Sabato e domenica continuare a prendere  il Quentakehl D5 .

La quarta fase  del riequilibrio  del sistema immunitario. Va continuata con Latensin D6  una cps una volta la settimana  per 5 – 8 settimane.

Come coadiuvante si può dare un integratore alimentare di acidi grassi omega3 a base di puro olio di pesce: Marinepa lifeplan una cps al dì durante il pasto principale. Per un maggiore assorbimento conviene associare vit. E : Elife 100 una tavoletta con cibi proteici.

 

 

Insonnia

Dieta alcalinizzante, cura per la disbiosi, stile di vita  più regolare,attività motoria  giornaliera, respiro ( metodo Buteyko). In concomitanza  ciclo a giorni alterni di oligoelementi oligosol labcatal. Se, con l’insonnia sono presenti angosce notturne: somministrare Manganese – cobalto ( una fiala al giorno per i primi 10 giorni poi distanziare), se insonnia con difficoltà di addormentamento Manganese ( una fiala al giorno per i primi 10 giorni poi distanziare). In più Valeriana monoselect ( una – due cpr  alla sera 30  minuti prima di coricarsi). Questa prima fase deve durare un mese circa.

Nella seconda fase si prosegue per un altro mese   con Olea delta ( drenaggio del sistema nervoso centrale: 8 gocce tre volte al giorno) e FM valeriana ( omeopatico di risonanza che  contiene  Melissa D6/ D12 con azione rilassante e psicotonica, Valeriana D6/D12 , azione ansiolitica, Bufo D6/D12 con azione sia di potenziamento su gli altri due rimedi che di eliminazione delle micotossine a livello del sistema nervoso centrale).

A

lle origini del problema. Se l’insonnia si presenta con sonno agitato e incubi e risvegli dalle ore 1 alle 3 – meridiano fegato – aggiungere Zingiber delta ( 8 gocce per tre) e FM chelidonium ( 5 gocce per tre); se l’insonnia si presenta con difficoltà all’addormentamento con pensieri fissi e disturbi digestivi – meridiano milza/ pancreas – aggiungere Juglans delta ( 8 gocce per tre), e FM phaseolus ( 5 gocce per tre); se l’insonnia avviene con risvegli precoci e paure – meridiano  rene – aggiungere Zea delta ( 8 gocce per tre) e FMS calcium fluoratum ( 5 gocce tre volte al di); se l’insonnia di pende da un sonno leggere con abitabilità generale – meridiano del cuore – prescrivere  Vitis delta ( 8 gocce per tre) e FM crataegus ( 5 gocce per tre).

In  alternativa   dopo la prima fase comune si potrebbe iniziare con i rimedi “Sanum”. Ricordo che la prima fase prevede un equilibrio acido –base. L’equilibrio del terreno deve essere mantenuto  per tutto il periodo della terapia.  Nella seconda fase ( della durata di  circa 10-20 giorni)  utilizzerei R14 compresse (tre cpr al dì) insieme  ad un isopatico specifico il Fortakehl ( una cpr al giorno) al risveglio. Il Fortakehl  composto da penicillium roquefortii   trova impiego in tutte le micosi intestinali oltre che nel trattamento da infezioni da streptococchi e stafilococchi.. In pratica in questa seconda fase  si regolano in maniera ottimale i processi infiammatori del terreno. La terza fase serve per regolare la simbiosi microbiologica profonda e in genere viene fatta con uno o due  isopatici  di base da lunedi a venerdi . In questo caso  è indicato il Nigersan D5  ( una cpr la sera) continuando a prendere il sabato e la domenica il  Fortakehl.. La quarta fase può durare un mese o  più e serve per il riequilibrio del sistema immunitario. Utilissimo nell’insonnia cronica è il   Recarcin D4 una cps. La sera.  In questa fase si può riprendere R 14 in gocce e dare 15 gocce la sera 30 minuti prima di coricarsi.

Rinosinusite

Dieta alcalinizzante, cura per la disbiosi, stile di vita  più regolare,attività motoria  giornaliera, respiro ( metodo Buteyko).. In concomitanza  ciclo di oligoelementi oligosol labcatal da prendere una fiala al giorno:Manganese rame  alternato a Rame –oro e argento. Nuspax  Lenhing  ( sinusiti accompagnate da ostruzioni nasali (  3 cpr al giorno) più Echinacea monoselect (una cpr al di). Questa prima fase deve durare un mese circa.

Successivamente FM  cinnabaris ( 5 gocce per tre) e  Verbena delta ( 8 gocce per tre) .  il Verbena delta è un fitodrenante che trova la sua utilità nei disturbi ORL con particolare riguardo nelle forme ipersecretive ed infiammatorie.

A

lle origini del problema. Se la rinosinusite è etmoidale con anosmia – meridiano intestino crasso – aggiungere Quassia delta e FM nux vomica; se mascellare – meridiano stomaco – aggiungere  Matricaria delta e FM nux vomica; se frontale – meridiano vescica – aggiungere Viola delta più FM cantharis.

 In alternativa  è possibile n approccio con i rimedi “sanum” con la prima fase identica alla precedente ( dieta, alcanizzazione con Alkimo,Citrokehl, Sanavis), drenaggio,respirazione cellulare, eliminazioni blocchi energetici e foci). La seconda fase  prevede un isopatico specifico con Exmykehl supposte D3  una supposta due volte al giorno per 10 giorni,  più Notakehl D5  gocce 10 gocce per due per altri 10 giorni. Il Notakehl  D5 si può utilizzare anche come lavaggio nasale due volte al dì.

 La terza fase prevede il ripristino della simbiosi di base con Mucokehl D5 una cpr di mattino, e Nigersan D5 una cpr di sera fino a venerdi mentre il sabato e la domenica va continuato con Notakehl D5 10 gocce per due. La terza fase può durare  da uno a tre mesi o fino alla riduzione dei sintomi. La quarta fase, modulazione del sistema immunitario, prevede l’uso di Recarcin D6 capsule e di Utilin D6 capsule.  Una cps al di una settimana l’uno e una settimana l’altro rimedio per 4 settimane.

 

Obesità e sovrappeso

Dieta alcalinizzante, cura per la disbiosi,  drenaggio per sistemi ( drenaggio sigma)stile di vita  più regolare,attività motoria  giornaliera ( almeno un’ora al giorno), respiro ( metodo Buteyko), check – up endocrinologico, ematico,urinario ed  ev. ormonale più ecografia addominale completa. In concomitanza  ciclo di oligoelementi oligosol labcatal da prendere una fiala al giorno alternando Manganese cobalto  più Zinco –rame e Zinco –nichel –cobalto.  . Questa prima fase deve durare un mese circa. Negli uomini si può dare il organoterapico R19, per le donne R20 ( 10 gocce prima dei pasti tre volte al giorno).

La seconda fase  prevede l’uso di Camellia monoselect ( per la stimolazione del metabolismo basale) una cpr due volte al di; Lespedeza monoselect ( se ritenzione idrica) una cpr due volte al dì;Silybum monoselect ( se insufficienza epatica e steatosi)  una  cpr due volte al dì;  Agnus monoselect ( se disturbi dell’asse prolattinemico) una cpr al dì. Da prendere in considerazione il Derivatio H  una cpr tre volte al di se c’è sovraccarico di cataboliti a livello del connettivo o degli emuntori principali. In questa fase bisogna integrare un omeopatico di risonanza:  FM Conium 5 gocce tre volte al dì.

A

lle origini del problema. Se è presenta alterazione del metabolismo dei glucidi – meridiano milza pancreas – aggiungere  Sequoia delta e FM phaseolus; se c’è alterazione del metabolismo dei grassi –meridiano fegato – prescrivere Zingiber delta e FNS magnesium.

 

Stipsi

Dieta alcalinizzante, cura per la disbiosi,  drenaggio per sistemi (drenaggio sigma),s tile di vita  più regolare,attività motoria  giornaliera ( almeno un’ora al giorno), respiro ( metodo Buteyko), check – up ematico più urine e feci   più ecografia addominale completa. In concomitanza  Decolax una cpr al giorno di sera, più FG5 bustine una bustina al giorno  per sette alternata con Fibradis bustine una bustina al giorno per 14 giorni. ( ciclo di due  mesi).

Seconda fase: Quassia delta ( 8 gocce tre volte al dì) e FM nux vomica ( 5 gocce tre volte al dì). Un ciclo per uno –due mesi.

A

lle origini del problema.  Se la stipsi è atonica – meridiano intestino crasso – Quassia delta più Nux vomica; se la stipsi si presenta con insufficienza biliare aggiungere FM chelidonium ( 5 gocce per tre) e Cynara monoselect una cpr due volte al dì; se la stipsi si presenta con insufficienza epatica – meridiano milza pancreas – Sequoia delta ( 8 gocce per tre) e FM phaseolus ( 5 gocce per tre).In alcuni casi resistenti   si può usare un prodotto a base di semi di lino come il Linusan  ricco anche di omega 3 e 6  3 cuchhiani al giorno.

 

Tonsilliti

Dieta alcalinizzante ( riequilibrio del terreno con alkimo), cura per la disbiosi, drenaggio per sistemi ( drenaggio sigma), stile di vita  più regolare,attività motoria  giornaliera ( almeno un’ora al giorno), respiro ( metodo Buteyko), check – up ematico più urine e feci   ricerca streptococco, più visita ORL. In questa fase di un mese si consiglia terapia topica con IMO 10 ( belladonna e ribes nigrum) due  puff ogni ora per i primi due giorni poi 4 puff al giorno più Echinacea monoselect  una cpr due volte al dì.

 

Nella seconda fase   iniziare con Verbena delta ( 8 gocce per tre) più FM cinnabaris ( 5 gocce per tre).

A

lle origini del problema. Se la tonsillite è prevalentemente virale – meridiano milza pancreas –  aggiungere Sequoia delta ( 8 gocce per tre) più FM phaseolus ( 5 gocce per tre); se la tonsillite è aspecifica  oppure è una forma mista – meridiano intestino crasso – aggiungere  Quassia delta ( 8 gocce per tre) più nux vomica ( 5 gocce per tre); se la tonsillite è di origine batterica ( con esordio improvviso) – meridiano fegato – aggiungere Zingiber delta  ( 8 gocce per tre) più FM chelidonium ( 5 gocce per tre).

In alternativa si possono usare i rimedi “Sanum” iniziando con il riequilibrio del terreno: dieta alcalinizzante, più Alkimo due cucchiaini al dì  più Sanuvis 2 cucchiaini al giorno e/o Citrokehl. (stessa dose).  Nella prima fase,  la terapia di drenaggio è fondamentale unita all’eliminazione dei foci. Dalla prima fase si inizia il Notakehl D5 due cpr al dì. Nella seconda fase (antinfiammatoria) si da il Mucokehl D5 una cpr mattino e il Nigersan D5 una cpr la sera da lunedì a venerdì mentre per il sabato e la domenica si continua con Notakehl  D5  una compressa due volte al dì. Alla fine della terza fase che dura uno – due mesi. è necessario riequilibrare il sistema immunitario con Sanukehl Pseu D6  e Sanukehl  strep  D6 tutti giorni 5 gocce per os una volta al di e 5 gocce frizionate all’interno del gomito di ciascuno dei due in alternanza.

Dolori ossei cronici

Dieta alcalinizzante, cura per la disbiosi,  drenaggio per sistemi ( drenaggio sigma), stile di vita  più regolare,attività motoria  giornaliera ( almeno un’ora al giorno), respiro ( metodo Buteyko), check – up ematico più esame urine più visita ortopedica . In concomitanza  ciclo di oligoelementi oligosol labcatal da prendere una fiala al giorno alternando Manganese cobalto o  Manganese – rame a secondo la costituzione più magnesio una dose al dì. Il complesso            R11 si consiglia nelle forme che migliorano con il movimento lento e aggravate dall’umidità.: 10 gocce tre volte al giorno. Inoltre se c’è un problema muscolare R 81  15 gocce tre volte al di.  Questa prima fase deve durare un mese circa.

Nella seconda fase della terapia  prendere “Harpagophytum monoselect”   ( una cpr due volte al dì a stomaco pieno) più  il complesso omeopatico Chiroplexan H  gocce   ( della Pfluger) 10 gocce tre volte al giorno per un mese circa. In caso di coxartrosi sostituire con Boswellia monoselect una cpr due volte al dì,  più FM colchicum ( 5 gocce tre volte al dì).

 

Immunostimolanti e rinforzo delle difese

La base come sempre è uno stile di vita corretto,  una dieta equilibrata, esercizio del respiro, meditazione quotidiana e attività motoria giornaliera. Se insorgono patologie ricorrenti che di sturbano le vie respiratorie, il fegato ( per eccesso di farmaci),  se insorgono problemi di intolleranza e carenza di ferro si può ripristinare la funzionalità dell’organismo  con una terapia mirata al recupero energetico e delle difese.

a) – difesa naturale contro virus, batteri e parassiti:”annonil  caps.”  una caps. al dì (contiene la “graviola” un potente fitofarmaco antibatterico e antitumorale. La terapia va fatta per un mese associata a  Fg 5 bustine ( prebiotico e prebiotico o che contiene glutatione)   una bustina al giorno oppure a  “DDM glutatione”  una bustina al giorno ( il gluatione è un potente antiossidante endogeno).

b)- per limitare gli effetti collaterali di farmaci (  antibiotici, cortisonici) fare un ciclo di terapia con  “ Desmodio  sciroppo” una buona soluzione per il ripristino della funzionalità epatica. Nei bambini una tappo al dì prima del pasto serale fino a 15 chili, due tappi  fino a 30 chili, 3 tappi dopo i 45 chili.

c)- intolleranza alimentare da dieta selettiva, squilibrata, non corretta è utile un ciclo di terapia con “ DDM  galattosidasi cpr “ una compressa a giorni alterni per un  mese. L’intolleranza alimentare in una buona parte dei casi può essere ricondotta all’incapacità parziale di digestione dei composti a struttura glucidica. La galattosidasi alfa e beta permette la totale digestione dei composti polisaccaridici.

d) – in caso di anemia  e di astenia  utilizzare un prodotto che contiene ferro unito a cofattori come la vit. C che mantiene il ferro allo stato ridotto e la vit. A che eleva la biodisponibilità del ferro, come il “ DDM ferro cpr” una compressa  a giorni alterni .

e)-  per lo stress  cronico unito all’emicrania, mal di testa, stanchezza crampi, spasmi, e dolori muscolari dare: “Magnesio supremo  bustine”  ( natural point) dopo i 3 anni una bustina al giorno sciolta in acqua calda. attendere che la bevanda diventi trasparente prima di berla.

Angelo Vigliotti
Scritto da Angelo Vigliotti