Introduzione

E’ un processo infiammatorio del pancreas, possibilmente reversibile, che spesso coinvolge i tessuti o altri organi che si trovano nelle sue prossimità. Il Pancreas è una ghiandola annessa all’apparato digerente che svolge sia una funzione endocrina producendo ormoni come l’insulina e il glucagone, che una funzione esocrina con la secrezione di enzimi coinvolti nella digestione.  L’incidenza è di circa 13 casi ogni 100.000 bambini per anno ( Fonte Ospedale bambin Gesù)

pancreas-1

Cause

La cause più frequenti in età pediatrica sono: traumi addominali,virus ( ad esempio mononucleosi, parotite) batteri (salmonella, mycoplasma, campilobacter), calcoli biliari, alcune anomalie strutturali del pancreas, l’aumento dei trigliceridi nel sangue, alcune malattie sistemiche che possono complicarsi  e una cattiva alimentazione , alcuni farmaci (tra cui il cortisone, gli estrogeni, l’azatiopirina, thiazide, diuretici). Negli adolescenti l’alcool.

La triade sintomatologica più frequente

Dolore addominale (80-95% dei casi), nause a e vomito ( 40-80% dei casi). In alcuni casi è presente versamento pleurico, febbre (20-30%9, distensione addominale, ascite, ittero. Altri sintomi: Brividi;, Sudore freddo;, Feci grandi;, Debolezza;,Perdita di peso;

La diagnosi

Si basa sulla clinica ( triade sintomatologica), analisi del sangue ( livello di lipasi ed amilasi nel sangue almeno tre volte superiori ai limiti alti dei valori normal);  ecografia ( valutazione della struttura pancreatica e la individuazione di alterazioni anatomiche quali cisti del coledoco, calcoli biliari e dilatazione e/o anomalie dei dotti dell’albero biliare e pancreatico). Inoltre con l’ecografia è possibile escludere altre cause di dolore addominale acuto come la invaginazione intestinale, il volvolo intestinale o gli ascessi intra addominali. Se si opta per la radiografia addominale si possono osserva i calcoli e il versamento pleurico. Ricordo inoltre che la TAC è l’esame di prima scelta se c’ è stato un grave traumatismo addominale.

Terapia

Nella maggioranza dei casi il digiuno e il supporto di liquidi per endovena porta alla normalità del quadro clinico. La prevenzione si basa sull’alimentazione e sul trattamento di un eventuale calcolo biliare se presente. Se tutto va bene ( il bambino deve essere ricoverato) il 5-10 giorni tutto ritorna alla normalità.

Attenzione

La pancreatite acuta  e acuta ricorrente (una volta escluse le anomalie strutturali del pancreas, cisti del coledoco ed eventuali forme infettive) può essere una complicazione della fibrosi cistica, della malattia di Kawasaki, della sindrore di Reye, dell’ iperparatiroidismo

 

Angelo Vigliotti
Scritto da Angelo Vigliotti