Nei paesi occidentali, gli incidenti sono la prima causa di morte tra 1 e 14 anni, e se per lungo tempo se ne è parlato come di qualcosa di casuale e di imprevedibile, oggi tutti concordano nell’affermare che

gli incidenti del bambino sono prevedibili e prevenibili

Sotto l’anno, gli incidenti sono comunque frequenti, ma non raggiungono il primo posto tra le cause di morte solo perchè è molto alta la frequenza di morte per motivi naturali, legati soprattutto alla gravidanza e al parto.
D’altra parte, il bambino è meno soggetto ad incidenti mortali rispetto all’adulto: infatti questi va incontro, sulla strada, aulo, sport, sul lavoro, ad incidenti molto più cruenti. Si stima però che, per un incidente mortale nell’infanzia, altri mille, pur non così gravi, comportano comunque un pesante pedaggio in termini di menomazioni permanenti, ricoveri ospedalieri (il 20% del totale dei ricoveri ospedalieri è dovuto a incidenti) e cure mediche. Se non bastasse si pensi che, su 100.000 bambini …

    *
      3 muoiono a causa degli incidenti
    *
      5 restano invalidi permanenti
    *
      100 devono essere ricoverati
    *
      1000 devono consultare il medico
    *
      2500 sono vittime di incidenti anche lievi

Maschi e femmine sono colpiti allo stesso modo solo sotto l’anno di vita; poi, 2 incidenti su 3 coinvolgono i maschi (ma tra 10 e 14 anni, la percentuale sale al 78%!): questi, infatti, tendono ad avere comportamenti più rischiosi. Sono particolarmente a rischio il pomeriggio e le ore intorno ai pasti (probabilmente per l’allentarsi dell’attenzione da parte dei genitori),.
La gran parte degli incidenti mortali dell’infanzia (circa il 50% del totale), avviene sulla strada, coinvolgendo bambini e adolescenti soprattutto come pedoni, meno come conducenti (di bici o ciclomotori). Seguono gli annegamenti (20% delle morti per incidenti), le cadute e gli urti, il soffocamento, la folgorazione. Gli incidenti domestici, se provocano meno frequentemente la morte rispetto agli incidenti stradali, sono però altrettanto numerosi e comportano anch’essi conseguenze e disagi pesanti
E’ stato notato che la predisposizione al rischio non è costante nel tempo, ma oscilla periodicamente in relazione alle varie fasi dello sviluppo psico-fisico del bambino. Nella storia di un bambino esistono quindi dei periodi “ad alto rischio”, durante i quali possono , con maggior frequenza, verificarsi incidenti.
In generale, nel 1° anno di vita il bambino è più soggetto ad incidenti nell’ambiente domestico (avvelenamenti, ustioni, soffocamento, traumi). Nelle età successive il bambino rimane vittima di incidenti soprattutto come pedone: il gruppo di età più colpito è quello tra 5 e 9 anni (l’età dell’asilo e dei primi anni della scuola elementare).

 

Perchè il bambino incorre facilmente in incidenti?

 

L’incidente è il frutto di un insieme di evenienze sfavorevoli che, ad un certo punto, portano al danno: nell’infanzia ciò si verifica quando un bambino (cioè una persona che non ha ancora completato il suo sviluppo fisico e intellettivo, ha delle limitate esperienze di vita, è incosciente dei rischi e non ha, il più delle volte, un’educazione adeguata) viene a trovarsi in un ambiente pericoloso. E le occasioni per lui sono frequenti: è stato detto, infatti, che “il bambino vive in un mondo adulto, progettato dagli adulti per gli adulti”

 

    
  Prevenzione: in ordine alfabetico

 

 

Accendino: Riponetelo in luoghi inaccessibili al bambino
Altalena: Deve essere robusta, fissata stabilmente, non collocata in posizione pericolosa, possibilmente con un recinto che impedisca ad altri bambini di avvicinarsi frontalmente o di dietro
Animali domestici: Non lasciate mai solo il bambino piccolo in compagnia di un cane, soprattutto se di grossa taglia
Antiparassitari. Riponeteli in luoghi inaccessibili e in contenitori a chiusura ermetica e con etichetta ben leggibile. Non applicateli su superfici con cui il bambino può venire a contatto.Non applicateli mentre il bambino è in giardino
Anti-tarme: Controllate sempre che non ne rotolino fuori dagli armadi quando li aprite. Non utilizzateli negli armadi della camera del bimbo
Arriccia capelli: Insegnate al bambino a non toccare apparecchi elettrici mentre è nella vasca o comunque con le mani bagnate. Non lasciate apparecchi elettrici con la spina inserita o a portata di bambino
Auto in sosta: Insegnate al bambino a non giocare o nascondersi dietro automezzi in sosta
Bagagliaio
: Non lasciatelo aperto o comunque accessibile al bambino. Se la vostra auto è un modello SW, non ponete oggetti pesanti al di sopra del livello dello schienale. Se la vostra auto è un modello SW, chiudete l’apposita tendina separatrice dall’abitacolo

Balconi: La balaustra deve essere sufficientemente alta, a sbarre verticali e non orizzontali, per non favorire la scalata del bambino; in caso contrario, provvedete a rialzarla o a rivestirla con una rete. La distanza tra una sbarra e l’altra e tra le sbarre e il pavimento deve essere tale da non consentire che il bambino vi si incastri con la testa. Non lasciate sul balcone sedie, sgabelli, scalette, tavolini, biciclette, fioriere o quant’altro possa servire al bambino per scavalcare la balaustra. Insegnate al bambino a non gettare oggetti giù dal balcone; se è troppo piccolo per capirlo, applicate alla balaustra una rete protettiva a maglia fine
Barbecue: Tenete lontano il bambino mentre utilizzate il barbecue. Terminato l’utilizzo, spegnetelo e rendetelo inaccessibile al bambino. Non utilizzate alcool o altro liquido facilmente infiammabile per attizzare il fuoco. Tenete sempre un estintore a portata di mano
Bicicletta : In bicicletta, il bambino deve essere trasportato nell’apposito seggiolino, dotato di poggiatesta e poggiapiedi, altrimenti i piedini potrebbero incastrarsi nei raggi e causare cadute molto pericolose per lui e per voiE’ bene insegnare al bambino, per gradi e secondo l’età, le regole della strada, cominciando con le più semplici (il semaforo, i segnali). Ricordate che per una buona educazione stradale del bambino è fondamentale il vostro buon esempio.
Non fate andare in bicicletta vostro figlio da solo in strade con traffico d’auto prima dei 7-8 anni di età: il traffico di una città è molto pericoloso e complicato per un bambino. Fate indossare il caschetto protettivo al ragazzo che gira in bicicletta. Date a vostra volta il buon esempio …
Borsetta: Non lasciatela a portata del bambino: può contenere farmaci o oggetti pericolosi
BoxIl box deve essere stabile (scuotendolo, non deve traballare). Snodi e parti dure devono essere imbottiti. La rete di rivestimento deve essere a maglie fitte (per evitare che vi si incastrino le dita del bambino), alta almeno 60 cm dal fondo
Caminetto: Disponete davanti una recinzione o un parascintille per evitare che il bambino si ustioni. Non lasciate giocattoli o oggetti infiammabili vicino al camino
Cancelli esterni: Utilizzate serrature a prova di bambino. La struttura deve essere a sbarre verticali, per evitare che il bambino si arrampichi. Per i cancelli automatici, installate fotocellule e dispositivi di sicurezza per l’arresto del movimento
Cantina     Si tratta di un luogo tanto interessante quanto pericoloso per il bambino: tenetela rigorosamente chiusa a chiave
Carrelli con ruote:Utilizzate carrelli con fermo di sicurezza
Carrozzina:    Fate attenzione, mentre attendete di attraversare la strada, a non sporgere la carrozzina oltre il marciapiede.
Cassetti:     Nell’acquisto di un mobile, assicuratevi che i cassetti siano dotati di fermo a fine corsa. Altrimenti, applicatelo. Se il cassetto contiene oggetti potenzialmente pericolosi, applicate il fermo di sicurezza
Cinture: Non lasciatele a portata di bambino
Cisterne:     Dotatele di chiusure di sicurezza
Coltelli e strumenti appuntiti
: Non appoggiateli vicino ai bordi dei piani di lavoro o comunque in luoghi accessibili al bambino. Mettete il fermo di sicurezza al cassetto delle posate

Cosmetici: Riponeteli in un armadietto posto in alto e dotato di fermo di sicurezza
CordaNon lasciatela a portata del bambino
Cotton fiocRiponeteli in luogo inaccessibile al bambino e non lasciatene in giro di usati. Non fatevi vedere dal bambino mentre li usate. Non utilizzateli per la pulizia delle orecchie del bambino
Culla: Il cuscino deve essere del tipo antisoffoco, alto da 2 a 4 cm, in gommapiuma, con fori di areazione. Fate dormire il bambino preferenzialmente sul fianco. Pigiama, lenzuola e coperte devono essere fatti di tessuto non infiammabile
Detersivi
: Riponeteli in un armadietto posto in alto, oppure dotato di fermo di sicurezza.Non lasciate mai il contenitore, anche se lo state utilizzando, alla portata del bambino. Utilizzate prodotti dotati di tappo di sicurezza. Non travasate un detersivo in bottiglie di bibite o di acqua minerale, neppure se ne specificate il contenuto con un’etichetta!

Diserbanti: Riponeteli in luoghi inaccessibili e in contenitori a chiusura ermetica e con etichetta ben leggibile. Non applicateli su superfici con cui il bambino può venire a contatto. Non applicateli mentre il bambino è in giardino
 Doccia:     Mettete sul fondo un tappetino o appositi adesivi antisdrucciolo. Attenzione all’uso degli oli da bagno: rendono il fondo molto scivoloso!. Insegnate al bambino a non usare da solo i rubinetti. Regolate l’acqua del boiler ad una temperatura non superiore a 50°C
Elettrodomestici: Staccate la spina dopo averli usati. Non lasciate il filo penzolante:il bambino potrebbe così tirarsi addosso l’apparecchio
Non maneggiateli con le mani bagnate
Falcetti, altri oggetti taglienti: Riponeteli in luogo inaccessible al bambino
Fasciatoio: Non lasciate mai solo il bambino sul fasciatoio.Le dimensioni minime del fasciatoio sono 60 x 80. Disponetelo in un angolo della stanza
Ferro da stiro: Non lasciatelo a raffreddare a terra o comunque dove il bambino può arrivare
Fiammiferi: Non lasciateli in punti accessibili. Utilizzate, se possibile, fiammiferi “di sicurezza”, che si accendono solo se sfregati contro superfici particolari
Finestre:  Applicate alle ante il “bloccafinestre”, che non consente loro di aprirsi più di tanto. Non lasciate sedie, sgabelli, tavolini o scalette vicino alla finestre. State molto attenti quando vi affacciate alla finestra col bambino in braccio; non lasciate che questo venga fatto da un fratellino più grande. Se i vetri non sono infrangibili, meglio applicare una pellicola protettiva, che impedisca al vetro di spaccarsi se il bambino vi picchia contro. Applicate comunque sui vetri degli adesivi, che aiutino a vederli
Finestrini auto:  Non lasciate che il bambino apra il finestrino oltre metà apertura, nè che si sporga o protenda le braccia mentre viaggiate
Lasciateli semiaperti se fa caldo, soprattutto se siete in sosta. D’estate, applicate tendine frangisole
Fornellino anti-zanzare: Non lasciatelo in punti accessibili al bambino, che potrebbe ingerire la pastiglietta
Forno: Utilizzarlo solo quando il bambino non può accedervi
 Funghi: Estirpateli non appena crescono in giardinoInsegnate al bambino a non toccarli e a non portarli alla bocca. Garage     Si tratta di un luogo tanto interessante quanto pericoloso per un bambino: tenetelo chiuso a chiave
 Giochi: Se avete bambini piccoli, non lasciate (e non fate lasciare in giro dai fratelli più grandi) oggetti o giochi di piccole dimensioni o divisibili in piccoli frammenti, o comunque “non adatti a bambini di età inferiore a 36 mesi”
Girello: Scegliete un modello a base ampia, verniciata con prodotti atossici, bloccabile con dispositivi di sicurezza. Il paraurti deve essere robusto e distante dal pavimento almeno 5 cm o viceversa “a filo” (per evitare che i piedi dei fratelli o dei genitori possano rimanervi incastrati)
Gomme da masticare:     Non datele a bambini di età inferiore a 3 anni. Anche in caso di bambini più grandicelli, raccomandate loro di non masticarle mentre corrono o sono in auto
Impianto di riscaldamento:
Preferibile quello centralizzato o autonomo, con caldaia esternaDa evitare gli apparecchi a fiamma libera (stufe a kerosene, caldaiette interne a gas, stufe a legna,ecc), perchè consumano ossigeno e comportano il rischio di intossicazione da ossido di carbonio.Nel caso queste soluzioni siano inevitabili, rispettate accuratamente le raccomandazioni in termini di ricambio dell’aria e di manutenzione degli apparecchi, che vanno comunque posti in punti non accessibili al bambino e lontani da giocattoli, tendaggi e quant’altro possa facilmente prendere fuoco. Tenete a disposizione per ogni evenienza e in buono stato di efficienza uno o più estintori a schiuma

Impianto elettrico:      Deve essere dotato di messa a terra e salvavita: se non lo è, adeguatelo alle norme vigenti. Le prese vanno coperte con appositi “copripresa”, (del tipo “a prova di bambino”). Eventuali fili “volanti” debbono essere fatti passare in apposite canaline o fissati a muro, comunque non essere lasciati alla portata del bambino
Infant-sit:  Deve essere stabile e indeformabile, provvisto di piedini antiscivolo e cintura di sicurezza; alcuni sono provvisti di gancio di sicurezza anti-caduta                                                  
Lampade: La lampadina non deve essere accessibile al bambino. Insegnate al bambino a non coprire la lampada con fogli di carta o di plastica o vestiti
Letti a castello: Possibilmente evitate di acquistarli. Non lasciate che i bambini piccoli salgano sul letto più alto. Non lasciate che i bambini saltellino sul letto
Lettino:  Passate il bambino dalla culla al lettino già dal 3° mese di vitaLa distanza tra le sbarre del lettino deve essere non inferiore a 6 cm e non superiore a 7.5 cm. Le sponde del lettino devono avere un’altezza effettiva di almeno 60 cm e, se scorrevoli, devono possedere un sistema di regolazione munito di fermo di sicurezza; se completamente abbassate, devono avere un’altezza di almeno 20 cm oltre il materasso. Abbassate le sponde e passate al letto normale non appena il bambino dimostra di riuscire a scavalcarle. Il cuscino deve essere del tipo antisoffoco, alto da 2 a 4 cm, in gommapiuma, con fori di areazione Gli angoli del lettino devono essere arrotondati; deve essere presente un paracolpi imbottito, lavabile, che non si strappi. Il materassino deve essere delle stesse dimensioni del lettino, per evitare che il bambino vi resti intrappolato. In caso di modello “da campeggio”, assicuratevi che sia provvisto di blocco di sicurezza, che ne impedisca l’improvvisa chiusura. Non lasciate che il bambino vada a letto con collane o corde, o sacchetti di plastica intorno al collo. Fate dormire il bambino preferenzialmente sul fianco. Pigiama, lenzuola e coperte devono essere fatti di tessuto non infiammabile
Lettone:      Attenzione a non soffocare inavvertitamente il bambino col vostro corpo dormendo insieme nel lettone
Liquidi caldi: Non metteteli mai vicino ai bordi dei piani di lavoro. Non bevete mai il caffè o il tea o la camomilla con il bambino in braccio
Se state cucinando o portando in tavola qualcosa, separate la zona lavoro dalla zona gioco, ad esempio mediante un recinto mobile
Marciapiede:      Insegnate al bambino a non camminare in equilibrio sul bordo del marciapiede. Insegnategli anche a darvi la mano quando voi glielo chiedete, e a non abbandonare mai il marciapiede da solo.
Medicinali: Riponeteli in un armadietto posto in alto e dotato di fermo di sicurezza. Non lasciate confezioni appena usate in luoghi accessibili
Mela:      Non lasciate in mano al bambino piccolo uno spicchio di mela: potrebbe staccarsi un frammento e soffocarlo. Molto meglio la pera o la banana, di consistenza più molle
Micropile:      Non lasciatele a portata di bambino: sono altamente tossiche, se ingerite!
Mobili: Fissate al muro quei mobili che consentono al bambino di arrampicarsi
 Muretti: Applicate recinzioni protettive
Noccioline:      Non datele da mangiare al bambino di età inferiore a 3 anni; molto facilmente scivolano in gola, col rischio di soffocarlo. Anche nel bambino più grandicello, raccomandategli di non mangiarle correndo o in auto
Paletti di sostegno per pianteL’altezza deve essere di almeno 120 cm. Copritene l’estremità con un vasetto
Passeggino: Tenete il bambino legato con le cinture di sicurezza. Fate attenzione, mentre attendete di attraversare la strada, a non fare sporgere il passeggino dal marciapiede. Applicate il freno di sicurezza alle ruote durante le soste
Pattini:      Fate indossare al bambino polsiere, ginocchiere e paragomiti
Pavimenti:      Se il pavimento è particolarmente liscio, evitate di passare la cera. Dotate i tappeti di retine antisdrucciolo
Phon
: Insegnate al bambino a non toccare apparecchi elettrici mentre è nella vasca o comunque con le mani bagnate. Non lasciate apparecchi elettrici con la spina inserita o a portata di bambino
Piano di cottura
: . Fissate al muro il coperchio del piano di cottura. Applicate al bordo un’apposita rete protettiva. Utilizzate preferibilmente i fornelli posteriori, meno accessibili. Tenete i manici delle pentole girati verso l’interno. Non incassate il piano di cottura su cassettiere, che consentono al bambino di arrampicarsi. Utilizzate manopole del gas che si aprono e si chiudono solo col doppio sistema (a pressione e rotazione). Non lasciate sedie o sgabelli in prossimità del piano di cottura

Piante:      Molte piante, da appartamento e non, contengono sostanze dannose, per ingestione (avvelenamento, talora con conseguenze mortali anche per piccole quantità ingerite) o per contatto. Per ulteriori dettagli, consultate la scheda “Precauzioni generali”
Piscina: Recintatela, in modo che il bambino non possa accedervi autonomamente. Sorvegliate costantemente un bambino in vicinanza della piscina o in acqua, anche se in compagnia di bambini più grandi
Piscinetta gonfiabile: Non lasciatela mai piena alla fine del bagno, se il bambino è in giardino; in alternativa copritela con un telo robusto e inamovibile
Porta del box: Non lasciate l’apertura a metà. Se l’apertura è automatizzata, installate fotocellule e frizioni di sicurezza
Porte:      Preferite le maniglie arrotondate a quelle di forma allungata e a spigoli appuntiti, per il rischio di traumi. Un utile accessorio è il dispositivo che impedisce alla porta di sbattere violentemente, consentendole al tempo stesso di essere chiusa se accompagnata
La porta di ingresso deve essere dotata di chiusura a prova di bambino
Portiere: Scegliete se possibile veicoli con le portiere posteriori apribili solo dall’esterno. Attenzione alle dita del bambino quando chiudete la portiera, sia dove la portiera si chiude, sia in corrispondenza della cerniera. Insegnate al bambino a scendere dal lato del marciapiede
Pozzi:     Dotateli di chiusura di sicurezza
Rasoio da barba, altri oggetti taglienti: Riponeteli in luogo inaccessibile al bambino
Rasoio elettrico: Insegnate al bambino a non toccare apparecchi elettrici mentre è nella vasca o comunque con le mani bagnate. Non lasciate apparecchi elettrici con la spina inserita o a portata di bambino
Recinzioni: La struttura deve essere a sbarre verticali, non troppo vicine nè troppo lontane (per evitare che il bambino vi si incastri con la testa)
Ripostiglio:     Si tratta di un luogo tanto interessante quanto pericoloso per un bambino: tenetelo chiuso a chiave
Sabbia: Insegnate al bambino a non sfregarsi gli occhi con le mani sporche di sabbia e a non tirare la sabbia agli altri bambini
Sacchetti di plasticaRiponeteli in luogo sicuro,non alla portata del bambino
 Scaldabagno a gas: Evitatene se possibile l’installazione. Se non ne potete fare a meno, seguite scrupolosamente le racomandazioni sul ricambio d’aria e sulla manutenzione
Scale:
Applicate cancelletti di sicurezza all’inizio delle scale

Sedie a sdraio: Non lasciate che il bambino le apra e le posizioni da solo
Seggiolino: Mettete sempre il bambino nell’apposito seggiolino (v. “In automobile” per i dettagli). Controllate periodicamente che il seggiolino sia ancorato bene. Se lasciate la macchina al sole, controllate sempre che le fibbie non scottino prima di rimettere il bambino seduto nel seggiolino
Seggiolone: La struttura deve essere robusta e stabile, con ampia base di appoggio.Se richiudibile, deve essere provvisto di blocco di sicurezza (per evitare chiusure accidentali).Gli spigoli devono essere smussati e le viti incassate.Eventuali ruote devono essere bloccabili con i freni. Deve essere provvisto di cinture robuste e “di sicurezza” (cioè sganciabili solo con doppio movimento). Quando il bambino siede sul seggiolone, agganciate le cinture
SigaretteNon lasciate in giro mozziconi di sigaretta, soprattutto se accesi. Non lasciate il giro il pacchetto di sigarette: bastano 2 cm di tabacco di sigaretta per causare un grave avvelenamento!
Skate board     Fate indossare al bambino casco, polsiere, paragomiti e ginocchiere
Soffitta     Si tratta di un ambiente tanto interessante quanto pericoloso per un bambino: tenetela chiusa a chiave
Stufetta ad aria: Insegnate al bambino a non toccare apparecchi elettrici mentre è nella vasca o comunque con le mani bagnate. Non lasciate apparecchi elettrici con la spina inserita o a portata di bambino. Azionate la stufetta ad aria prima e non durante il bagno
Superalcoolici: Riponeteli in un armadietto con fermo di sicurezza
Talco: Riponetelo in luogo inaccessibile al bambino. Non lasciatelo in mano al bambino durante e dopo il bagno
Tappetino: Utilizzate un modello antisdrucciolo o applicate la retina antisdrucciolo
Tavolo: Non usate tovaglie ampie, cui il bambino possa attaccarsi e tirarsi così tutto addosso. Mettete le pentole e gli alimenti caldi al centro
Televisione, oggetti pesanti: Disponeteli in luoghi da cui il bambino non possa tirarseli addosso
Tosaerba: Non lasciate che il bambino vi gironzoli intorno mentre tosate l’erba
Umidificatore: Preferite quelli a vapore freddo. Collocatelo in punti non accessibili al bambino
Vasca da bagno: Non lasciate mai soli i bambini nella vasca da bagno (possono annegare in 10 cm d’acqua e in pochi secondi!). Mettete sul fondo un tappetino o appositi adesivi antisdrucciolo.Attenzione all’uso degli oli da bagno: rendono il fondo della vasca molto scivoloso!
Insegnate al bambino a non usare da solo i rubinetti. Regolate l’acqua del boiler ad una temperatura non superiore a 50°C

Angelo Vigliotti
Scritto da Angelo Vigliotti