Introduzione

Ho parlato diverse volte delle infezioni da streptococco (rimando per alcuni approfondimenti ad articoli precedenti sempre su questo sito).. Alcuni bambini fanno cicli e cicli di terapia antibiotica. Secondo il protocollo classico. Quando deve intervenire l’omeopatia.? prima possibile, direi almeno  dopo una terza infezione da streptococco documentata da tampone positivo e da esame del sangue (emocromo, PCR, VES, titolo ASLO, streptozyme, dosaggio delle immunoglobuline e EBV, CMV, anti –Dnasi).     Se il tampone è negativo è inutile prescrivere antibiotici ( ed è anche dannoso). Il titolo ASLO anche alto, se non è accompagnato da indici di infiammazione positivi implica soltanto che il soggetto ha preso lo streptococco. Se sta bene non ha bisogno di terapia. Ecco allora l’utilizzo dell’omeopatia nei bambini che frequentano la comunità, nei soggetti vulnerabili, in coloro che si ammalano di tonsilliti recidivanti anche virali. Ritorno sulla terapia dello streptococco per evitare o ridurre l’intossicazione da farmaci nei bambini e cercare non una via alternativa ma complementare alla terapia  che giustamente il pediatra di famiglia  prescrive per il benessere del bambino.

Il protocollo terapeutico è semplice. Oggi riporto uno schema molto facile da seguire

Tonsillite acuta purulenta e ulcerativa ( sospetta streptococcica)

Mercurius corrosivus 9 CH  5 granuli 4 volte al giorno per 7 giorni

Successivamente iniziare la prevenzione (per 90 giorni) con :

1.- Oscillococcinum  Un tubo dose a giorni alterni

2.- Streptococcinum 30 CH ogni 15 giorni

3..- Citogenex capsule ( probiotici e vit. C) due capsule al giorno. Il contenuto della capsula va sciolto in un pò di acqua minerale non gassata

 

A questa terapia molto utile può essere l’aggiunta di BACTOBLIS

Modalità d’uso per bambini più grandi: bactoblis compresse orosolubili

assumere 1 compressa al giorno da succhiare fino a completo scioglimento, preferibilmente la sera prima di coricarsi.

Modalità d’uso per bambini piccoli: bactoblis infant capsule
Assumere 1 capsula al giorno preferibilmente la sera prima di coricarsi. I cicli sono ripetibili più volte nell’arco dello stesso anno in base a quanto suggerito dal medico curante.
1. Aprire la capsula accertandosi di mantenerla in posizione verticale.
2. Versare il contenuto in un piatto o ciotola o tazzina o altro supporto opportunamente pulito.
3. Dopo essersi lavati le mani, prelevare un po’ di polvere con un polpastrello inumidito facendola aderire alla punta del dito.
4. Spalmare la polvere sulle gengive del bambino, in modo che aderisca alla mucosa orale e aspettare con calma che si sciolga del tutto.
5. Ripetere il punto 4 fino ad esaurimento del contenuto della capsula.
I cicli sono ripetibili più volte nell’arco dello stesso anno in base a quanto suggerito dal medico curante.

Riflessione aggiuntiva

Il ciclo di prevenzione è per tre mesi. Farei un mese di pausa e ripeterei un secondo ciclo e così anche per un terzo ciclo. Nel periodo di pausa dare un immunomodulatore a base di lattoferrina, vit. C, Zinco, vit. D. Eventualmente   echinacea nei bambini superiori ai tre anni.

Se la tonsillite è accompagnata da febbre alta,   improvvisa e violenta con mal di gola si può aggiungere ” aconitum” e “belladonna”  9 CH alternati 5 granuli per volta ( un’ora l’uno e un’ora l’altro rimedio) per qualche giorno. La terapia è valida anche per otiti e rinofaringiti acute.

 

 

 

 

Angelo Vigliotti
Scritto da Angelo Vigliotti