Sincope vaso – vagale

E’ la causa di svenimento più comune. Avviene per mancanza di afflusso di sangue nel cervello che causa una perdita di coscienza molto breve. In pratica si ha una momentanea inibizione del sistema simpatico che induce vasodilatazione e attivazione del sistema parasimpatico (vagale) che induce bradicardia. E’ una sindrome che ha una funzione protettiva (protegge il muscolo cardiaco). Lo svenimento rappresenta una pausa (risparmio di ossigeno). La durata è breve e il recupero è completo.  L’incidenza della Sincope in età pediatrica è di circa 126 casi su 100.000. Il 15% dei soggetti in età pediatrica ha almeno un episodio prima dei 18 anni. Le sincopi e le pre-sincopi rappresentano lo 0.4 – 1% dei ricorsi al DEA degli ospedali pediatrici e rappresentano il 3-4% delle consulenze cardiologiche ospedaliere. I pazienti che vengono ricoverati hanno una degenza media di circa 3 giorni, per un totale di circa 12.000 giornate di degenza annue.

La pre-sincope è caratterizzata da una sensazione di malessere con restringimento dello stato di coscienza tale che il soggetto percepisce l’incombenza della perdita di coscienza; i sintomi di solito sono aspecifici (vertigini, astenia, offuscamento del visus, nausea, difficoltà a mantenere la posizione eretta) e spesso si sovrappongono a quelli associati con la fase prodromica della sincope. Il termine lipotimia, ancora talvolta impiegato nella terminologia corrente, per indicare una breve, parziale compromissione dello stato di coscienza, associata o meno a sintomi di probabile origine neurovegetativa è obsoleto, quindi da abolire dalla terminologia medica (prospettive in pediatria-2009- n°155   in:  www.sicped.it)

La sequenza patogenetica

sincope-1

I sintomi   principali

sincope-2

Le cause   più   frequenti

sincope-3sincope-4

Spasmi affettivi (non sincope!)

sincope-7

Anamnesi accurata (fatta dal pediatra)

sincope-8

Terapia

Qualora una persona venisse colpita da uno svenimento, è bene che questa immediatamente si sdrai, per evitare fratture e contusioni. Inoltre le gambe vanno sollevate mediante cuscini o qualsiasi tipo di supporto, in modo tale dal far arrivare il sangue al cervello, e mantenere quindi un minimo di coscienza. Se invece non fosse possibile sdraiarsi, basta sedersi e mettere la testa tra le ginocchia, fino a quando la sensazione di mancamento non sarà passata

Terapia comportamentale

sincope-9

Il primo eserecizio (stringere fortemente le dita delle mani com per schiacciare un oggetto serve per favorire il ritorno del sangue venoso al cervello; il secondo esercizio consente la trazione energica delle mani (braccia conserte e mani unite) e il terzo esercizio con l’incrocio delle gambe comprimendole a forza

Tilt test e diagnostica di approfondimento

In caso di svenimenti continui è opportuno che il ragazzo o l’adolescente sia sottoposto a ribaltamenti continui mediante una panca oscillante, per valutare i parametri cardiaci che precedono la sincope vera e propria (tilt test).In alcuni casi va fatta una  diagnosi di approfondimento: visita cardiologica più   ECG più ecocardiogramma, eventuale Holter (esclusione di patologie cardiache). Ricordo che Il 14% delle sincopi sono causate da una malattia cardiaca. La sincope cardiaca è quella più pericolosa e può avere cause meccaniche (cardiopatia congenita o acquisita) o aritmiche (disordini elettrici primari, in cardiopatia acquisita e in cardiopatia congenita operata e non).  Eventualmente si farà anche un Elettroencefalogramma più RMN encefalica per escludere sincopi più gravi (epilessie, tumori cerebrale, aneurisma altre patologie specifiche neurologiche). Per un completamento di accertamenti  va eseguito un esame  ematologico con urine e feci.

 

Integrazione omeopatica

Moschus: è un farmaco molto efficace nella tendenza alle  sincopi. Moschus  7 CH ( 5 granuli al giorno) Ovviamente si può personalizzare sia la diluizione che la frequenza  della somministrazione. Il ” Moschus” è efficace nel tipo sensibile ( soggetto con problemi psicologici)

R67 (è un rimedio della IMO).  Il rimedio è composto da ac. Hydrocyan-ammonium carb.- camphora – carbo vegetabilis – crotalus cascavella – tabacum – veratrum). nella fase acuta 15 gocce ogni  15 –  30 minuti ( per le prime  3 ore)poi 15 gocce 3 volte al giorno ( per il recupero dell’astenia circolatoria. Se il ragazzo ha tendenza all’ipotensione arterisoa si potrebbe sostituire con R 44 ( ha componenti che agiscono sul sistema cardiocircolatorio) ed è utile sia per l’ipotensione che per la distonia neurovegetativa ( 15 gocce 3 volte al giorno per 15-30 giorni)

A questi rimedi va aggiunto un prodotto a base di magnesio.In estate  se c’è la tendenza a forti sudorazioni va dato  un prodotto a base di sali minerali (prereid  una bustina in 100 cc di acqua  o altri   simili)

 

 

 

 

Angelo Vigliotti
Scritto da Angelo Vigliotti