Via Pistoiese (….. fine 2018)

Ho scritto altre volte su Via Pistoiese. E’ terribile ritornare sui propri passi  e fare una ulteriore riflessione ora, in questi giorni tra Natale e Capodanno. Questa volta il mio pensiero sarà diverso. Non penso al degrado insostenibile, alle buche, alla mancanza di amore  per una via  che dovrebbe essere vissuta in maniera diversa. certamente non  nel caos, non nel disordine, non nello sporco, non nella patologia dei 5 sensi (vista, gusto, olfatto, tatto e udito), non nella mancanza delle regole. Sono rimasto colpito che dopo 20 anni e più……nel tratto stradale che va   dall’unione di Via Filzi con via Pistoiese (bar Roberta ) fino a Porta Pistoiese (mura del centro storico),   non c’è una stella natalizia o una luce alternativa  che illumina la strada  nel ricordo di queste feste e di questo periodo. Un ricordo non solo religioso, ma laico con la fine di un anno, e il futuro che ci aspetta e anche psicologico (con l’intenzione di fare un salto di qualità a livello personale e sociale).

Desiderio

Vorrei che via Pistoiese fosse ” la Via di Oz“, (non solo una via commerciale) un percorso di alchimia interiore, un sentiero da percorrere nella serenità di una vita vissuta, un arricchimento quotidiano nei rapporti sociali ed interculturali…. Per seguire la Via occorre imparare ad orientarsi….. ma non c’è nessuna stella che ti guida. E’  triste camminare su una strada  che lascia la memoria e i ricordi nell’archivio dell’oblio. C’è malinconia nell’atmosfera che ti pervade l’animo e ti dà una stretta al cuore e allo stomaco indicibile. Forse il rapporto tra natura e cultura che fondamentalmente è di tipo cognitivo, affettivo e istintuale sta diventando di tipo economico.   Allora….Tutto è perduto.

Il cammino della vita

La vita è un cammino che ci consente di crescere anche incontrando ostacoli e lottando per raggiungere i nostri sogni. La nostra direzione è il benessere, siamo nati per stare bene. il nostro obiettivo è diventare ciò che siamo. Stare bene con se stessi, stare bene con gli altri. Su questa terra siamo di passaggio, la nostra permanenza è limitata. La vita è breve e non abbiamo troppo tempo per rallegrare i cuori di coloro che sono con noi in cammino lungo la strada buia. Sii pronto ad amare! Sii gentile senza indugi. (Henri Frédéric Amiel). Forse ci dobbiamo arrendere? No! Non dobbiamo vivere passivamente oppressi dal nostro destino, dobbiamo amare la vita e cercare di trarre il meglio dall’ esistenza con dignità, autodisciplina e gioia di vivere rispettando gli altri. E per “altri” intendo non solo gli esseri umani ma la terra e i suoi abitanti, la natura e il suo ritmo, l’universo e la sua atmosfera. È solo avendo un punto fisso e matematico che si può essere saggi, come il marinaio, o lo schiavo fuggiasco che fissano sempre la stella polare; ma ciò è una guida sufficiente per tutta la vita. Possiamo non arrivare in porto nel tempo stabilito, ma seguiremo il vero cammino. (Henry David Thoreau).Non si può toccare l’alba se non si sono percorsi i sentieri della notte. (Kahlil Gibran) 

Via-1

Vorrei

Una amministrazione  comunale più coraggiosa per via Pistoiese a Prato. Una via Pistoiese   con un posteggio auto limitato solo a destra o a sinistra per motivi commerciali, un marciapiedi e una pista ciclabile lunga per tutto il tratto. In alternativa il passaggio auto solo fino allre 10 del mattino e dalle ore 16 in poi. Per il resto blocco completo e possibilità di camminare con tranquillità.  Vorrei che Via Pistoiese fosse un sentiero sia per la crescita interiore che per la crescita sociale, un mercato aperto alle varie esperienze e non un ghetto in cui ognuno vive nella paura dell’altro e  nella furbizia operativa (tanto peggio tanto meglio)  senza il rispetto delle regole, senza una  buona comunicabilità sociale  a base di solidarietà e sano altruismo e di aiuto reciproco.

via-2

 via-4

Oggi via Pistoiese è il deserto dell’anima.Peccato.

Tra i mortali che cosa mai si fa che non trabocchi di follia, e che non sia opera di folli in un mondo di folli? Perciò, se qualcuno volesse opporsi da solo a tutti, io gli consiglierei di ritirarsi, come Timone, in un deserto, per godervi, da solo, la propria saggezza.”(Erasmo da Rotterdam). E ciò che io non vorrei fare. Non conosco tutte le risposte. Se possibile, vorrei essere saggio, stando con gli altri (non solo “essere”  ed “avere”, ma anche “fare” con solidarietà e cooperazione)

Via-6

 Vorrei non viaggiare da solo (mi piace la compagnia, l’umorismo, la risata, la convivialità  e la condivisione sebbene nel rispetto della propria intimità e del proprio spazio)  anche se……. è difficile. L’uomo che va da solo può iniziare oggi; ma colui che viaggia con un altro deve aspettare che l’altro sia pronto. (Henry David Thoreau).Via Pistoiese è fatta per stare insieme nel bene e nel male (io spero nel bene e combatto per questo), è fatta per sperimentare una fratellanza vera  anche con diverse culture ( e io mi sento cittadino del mondo). Via Pistoiese non deve morire.

Angelo Vigliotti
Scritto da Angelo Vigliotti